Tribunale di Bolzano: cronaca di un tentato esorcismo

Un’anziana signora ha tentato di esorcizzare un giudice, nel corso di un’udienza, ma il demonio ha avuto la meglio.

Accade di tutto nei tribunali italiani, dove quel vago barlume di giustizia sprofonda nelle tenebre dell’indifferenza e, questa volta, anche del peccato.

E’ accaduto nel tribunale di  Bolzano, città nota per la sua ottima qualità di vita, ma forse un po’ meno per le sue superstizioni.

Un’anziana signora, nel corso di un’udienza che vedeva come protagonista la figlia, preda di un delirio salvifico, ha tentato di esorcizzare il giudice della causa in questione.

Nello stupore generale la donna, dopo aver estratto i crocifissi di rito, probabilmente al grido di ‘vade retro Satana’, si è scagliata contro il giudice posseduto, nel vano tentativo di procedere alla liberazione del magistrato.

Ma evidentemente il #demonio sa scegliere bene le sue vittime e i luoghi idonei all’espletamento delle sue mansioni distruttive.

L’anziana, emula del compianto padre Amorth, è stata costretta a desistere dal suo intento e, rimessi a posto tutti gli strumenti del mestiere, si è allontanata sconfitta dal #tribunale, luogo di perdizione e di dannazione eterna!

Fanatismo religioso di stampo medievale o vittoria del demonio?

#IrmaSaracino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *