Rivelazione shock di un prete cattolico durante la messa :”Sono gay”

Durante l’omelia domenicale il rev. Greg Greiten ha dichiarato la sua omosessualità. Standing ovation dei fedeli

Orologi

Gli ingredienti c’erano tutti nella #Chiesa cattolica di St. Bernadette a Milwaukee, in Wisconsin, in quella tranquilla mattina domenicale del 17 dicembre scorso: il caldo senso di comunione fraterna che ci avvicina a un Dio tante volte invocato, l’odore acre dell’incenso, che penetra attraverso le nari nel profondo del nostro essere, pervadendolo di quella pace cui tanto aneliamo e, soprattutto, lui: Greg Greiten, parroco e guida spirituale dei tanti fedeli riuniti.

Tutto procedeva secondo un rituale fin troppo noto e nessuno dei presenti avrebbe mai previsto ciò che avrebbe sconvolto quella pace che sempre accompagna la messa domenicale.

Il Rev. Greiten, infatti, rimasto solo sull’altare per pronunciare l’omelia di turno, esordiva con parole che sarebbero rimbalzate sulle cronache :”Sono Greg. Sono un prete cattolico romano. E sì, sono gay!”. 

Il coraggio del sacerdote veniva subito premiato dall’unanime comprensione dei fedeli che, alzatisi in piedi, applaudivano il coraggioso ‘uomo di Dio’. Il quale continuava poi l’ufficio della Santa Messa finalmente’ liberato’ dal senso di colpa che lo aveva oppresso fino a quel momento.

Le dichiarazioni di Greg

Il giorno seguente il parroco ha spiegato meglio, in un’intervista rilasciata al National Catholic Reporter, quello che è stato il suo percorso di “accettazione”.

Il primo passo – ha scritto – è stato accettare e amare la persona che Dio ha creato in me”. Per troppi anni Gregory aveva vissuto imprigionato dietro un muro di vergogna, afflitto per il forte sentimento di omofobia da parte della sua chiesa e del mondo.

Ma ciò che il #sacerdote non chiarisce è se svolga un’attività sessuale e come questa si concili con il voto di castità cui ogni bravo ‘uomo di Dio’, sia etero che gay, dovrebbe far fede.

Greg Greiten

E’ vero che Santa romana Chiesa Cattolica, grazie soprattutto all’azione di Papa Francesco, ha compiuto passi da gigante nel processo di apertura verso le umane debolezze, mettendo da parte le posizioni rigidamente bigotte di sapore medievale, ma permangono numerosi interrogativi, specie in merito alla presunta illibatezza dei suoi ministri.

Padre Greg ha affermato di non voler rinunciare al sacerdozio e la sua scelta è stata benedetta  dall’#Arcivescovo, Rev. Jerome Listecki, il quale ha dichiarato in una nota:   “Sosteniamo Padre Greiten nel suo cammino personale e nella sua decisione di raccontare il suo orientamento sessuale”

“Come insegna la Chiesa- ha soggiunto poi il Prelato- chi ha un’attrazione per persone dello stesso sesso deve essere trattato con comprensione e compassione”.

Parole sante, ma  ancora i sacerdoti cattolici sono vincolati da un voto di castità, quasi certamente dimenticato da tutti.

Sarebbe forse il momento di ripristinare il matrimonio anche per loro?

#IrmaSaracino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *